Vaniglia, il gusto dell’arte. 9 artisti nella Works in Progress Gallery

Vaniglia, il gusto dell’arte, è la nuova collettiva di arte moderna, che FreeArtsItalia e la Works in Progress Gallery propongono a partire dal 24 Ottobre.

La locandina di Vaniglia
La locandina di Vaniglia

 9 Artisti che spaziano nei vari “gusti” dell’Arte, presenteranno le loro opere a partire dalle ore 18.00 di sabato 24 Ottobre 2015, fino all’8 Novembre presso gli spazi espositivi della Works in Progress Gallery, situata in via Oddone Scarito,40 a Borgo Maggiore della Repubblica di San Marino. Nella splendida cornice della galleria cinquecentesca esporranno: Annamaria Capicchioni, sammarinese e statunitense d’adozione, partecipa alla mostra come fotografa, ha tenuto diverse personali e ha partecipato a concorsi e workshop fotografici, fa parte della prestigiosa organizzazione fotografica a livello mondiale Fotomission, con sede a Miami, partecipa con 6 foto di genere figurativo. Lorenzo Cecilioni, pesarese, inizia da pochi anni a sentire il bisogno di riversare nei suoi lavori tutto quello che nella sua vita ha sempre quotidianamente respirato. Autodidatta ama immensamente l’ARTE POVERA, lavora con i più svariati materiali: legno, catrame, gesso, sale metalli e cementi, creando lavori di notevole gusto e bellezza ha partecipato a svariate collettive. Gjergj Kola, albanese residente da alcuni anni a Fano. Ha studiato arte figurativa e litografia a Scutari e a Tirana. Ha lavorato come insegnante di disegno ad Alessio ed a Kozani (GR) dove si é trasferito dal 1991 fino al 2013.Si é presentato con più di 70 mostre personale e collettiva in diversi paesi dell’Europa e dell’America. Ha realizzato tante illustrazioni dei libri pubblicati in diversi paesi e in diverse lingue. Le opere di Kola fanno parte delle collezioni private, statali, religiosi di prestigio in diversi paesi del mondo. Mauro Malafronte, autodidatta, si è avvicinato alla pittura da alcuni anni e si ispira alle correnti americane degli anni 50 quali “Action paiting” e l’ “Espressionismo astratto americano “. Ha già tenuto varie mostre personali ed ha in programma esperienze all’estero. Ama definire il proprio lavoro come vitalità intrinseca del gesto e della materia. In funzione delle manipolazione del colore con gestualità dirompente e disintegrante la realtà viene poi successivamente ricostruita manipolando la tela e scatenandovi una tempesta creativa. Paola Minicozzi, riminese, autodidatta, fin da ragazzina appassionata di arte, si è legata alla sua tavolozza per dare espressione alla propria anima. La contraddistinguono l’uso di colori caldi dai toni accesi…alla continua ricerca di tecniche, nuove luci e squarci che possano imprimere sulla tela ,le sensazioni, gli stati d’animo, la crescita evolutiva e spirituale dell’artista, regalando allo spettatore emozioni nelle quali ogni sguardo si può rispecchiare.

L'ingresso della Works in Progress Gallery
L’ingresso della Works in Progress Gallery

Fabrizio Morri, riminese di Bellaria, pittore, scultore, illustratore, I suoi quadri si distinguono per i loro colori esplosivi e sgargianti, espressione di una scaturigine immaginativa di significato realistico od arcano in coerenza ai plurimi fattori d’ispirazione dell’artista, i suoi quadri sapientemente sollecitano una fantasiosa introspezione. Quasi accompagnando chi si trova a contemplarli lungo sentieri emotivi densi di attrattive palesi e tracce di senso appena accennate. Riccardo Riccardi, nato a Aurano (VB) il 29.10.1959 Residente a Verbania, lavora il legno da quando era ragazzino. Liutaio di Ghironde, da cinque anni realizza strutture in legno con metodo della profondità. Inoltre ha fondato il laboratorio didattico per bambini Mastro Geppetto. Mary Sperti, ideatrice e organizzatrice di eventi culturali e sociali, inizia a a dipingere nel 1996, partecipando da subito a collettive d’arte dalla natia Puglia si trasferisce dapprima a Milano poi nelle Marche, sviluppando una intensa attività artistica che la vede presente ai più importanti e significativi eventi d’arte contemporanea. La sua pittura è materica tridimensionale, per poter essere toccata, vista. I suoi quadri sono l’espressione di ricerca della forma e del colore, espressione di mutamento. Patrizia Taddei, sammarinese, diplomata all’Istituto d’arte di Ancona, biennio alla “Scuola del Libro” di Urbino e laurea presso l’Accademia di Belle arti sempre di Urbino con il corso di scultura. Artista poliedrica ama cimentarsi con diverse tecniche, dipingere per lei è diventato negli anni una scelta consapevole, quasi una strategia per comunicare. Olio e acrilico su tavola, figurativo con il colore molto diluito e usato in uno stile molto personale, ceramica con simboli arcaici, etnici e tribali, mosaico.

Si ringraziano l’Ottica Michele Volpinari di Borgo Maggiore R.S.M.,  ATLANTE ASSOCIATI Studio grafico – Comunicazione – Web design con sede nella città di Pesaro, il quotidiano TRIBUNA che è diventato media partner di FreeArtsItalia, il nuovo sito dedicato alle mostre Freeartsexpo

Precedente Pitti è l'Artista del mese di ottobre di FreeArtsItalia Successivo Fiston Mwanza Mujila presenta in Italia il suo romanzo d’esordio Tram 83, a cura della nostra preziosa collaboratrice Francesca Giommi

3 commenti su “Vaniglia, il gusto dell’arte. 9 artisti nella Works in Progress Gallery

    • Buongiorno e buona domenica Luca, purtroppo per la Mostra Vaniglia la lista dei partecipanti è già definita, se ci darai il permesso inseriremo la tua mail nel nostro database e ti informeremo di tutte le nostre iniziative. Potrai seguirci anche sulle nostre pagine social Facebook e Google Plus e sui nostri siti. Ti allego il link del nostro sito vetrina
      http://freeartsitalia.altervista.org/

      Claudio Clementoni

I commenti sono chiusi.